“Chatting”, i Quartieri Spagnoli secondo Roxy in the Box

12088544_616205808519219_5502618372770135460_n

Un post su facebook per annunciare un nuovo progetto, Roxy in the Box inaugura così il suo nuovo lavoro, lungo ed elaborato, che si inserisce con continuità rispetto alla sua produzione precedente e si pone come percorso artistico e didattico a cielo aperto. La location sono i Quartieri Spagnoli, la sua casa e, da oggi, la sua nuova splendida tela.

Schermata 2015-09-30 a 21.05.46

Dalle prime foto “Chatting” è un lavoro entusiasmante. I vasci napoletani sono un’esperienza sensoriale da non sottovalutare, viverli anche solo per un po’ fa comprendere a pieno perché siano ancora oggi una inesauribile fonte di ispirazione, un dedalo di vite dove la vista è soddisfatta quando l’udito e l’olfatto. Sono luoghi che brulicano di umanità, sono colorati, complicati eppure così semplici. Proprio come l’arte di Roxy In The Box. La strada è un patio, un giardino, un luogo dove pubblico e privato si mescolano nelle parole, nelle storie, nelle chiacchiere e nella musica. Ed è questo aspetto che Roxy sembra aver colto, quello di un luogo dove le storie fanno la storia, un luogo che si evolve ma resta fedele alle sue dinamiche, così incantevoli se vissute da vicino.

“I personaggi sono vari, si va dalla storia dell’arte, alla musica pop, alla scienza, alla politica” – Racconta Roxy al Corriere del Mezzogiorno – “Ho scelto di non mettere nessun personaggio che parli di camorra, ho preferito che si riposassero mentalmente in modo da poter far conoscere con leggerezza anche altre vite al di là del male (…) Dopo l’affissione, nel tempo, coinvolgerò personaggi, attori, studiosi a sedere fuori al vascio e a spiegare alle persone chi sono questi personaggi e come è stata la loro vita. Durerà circa un anno, voglio tirarne fuori un documentari, voglio capire come la street art si relaziona effettivamente al pubblico. VascioArt. Meglio”.

Ancora una volta Roxy attinge da un’iconografia precisa per rendere omaggio a personaggi che non sono mai violentati nella loro natura e nel loro ruolo, ma celebrati e contestualizzati ogni volta in modi nuovi e originali. In “Chatting” personaggi come Amy Winehouse e Marina Abramovic, dipinti a mano e poi donati alla strada, diventano abitanti dei quartieri di Napoli, se ne stanno seduti alla luce del sole, dove l’arte dovrebbe essere esposta, per parlare a chi li osserva, per trarre dai luoghi stessi una nuova linfa e innumerevoli inediti significati.

Foto © Roxy In The Box

Leggi anche:

Intervista a Roxy in the Box: “La mia Sposa Madre contro ogni ipocrisia cristiana”

“La Sposa Madre” di Roxy in the Box incontra il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino

Roxy in the Box: the secret of love, the secret of art

Annunci

4 pensieri su ““Chatting”, i Quartieri Spagnoli secondo Roxy in the Box

  1. La Rockeuse ha detto:

    Ma che bello! Spero che questo weekend sia clemente al livello di tempo e di mia salute (ho avuto un bel po’ di raffreddore) così posso fare un giro e vedere dal vivo queste belle opere!

Commenta con Facebook, Twitter o Google+

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...