Striscia La Notizia: Virginia Raffaele, ma chi te lo ha fatto fare?

Striscia la Notizia

Io me la ricordo Virginia Raffaele a “Quelli che”. Ce la ricordiamo tutti. Soprattutto noi che il calcio è nelle ossa e bisogna bere tanto latte. Impazziva Twitter quando Virginia appariva sullo schermo. Una rivelazione di puro talento comico. Ma la comicità non fa il paio con la conduzione di un programma che, seppur breve, è diventato da ieri un lunghissimo sketch. Uno di quelli che ridi per i primi trenta, forse sessanta secondi. Poi la noia.
Aveva ragione Stefania Stefanelli, che dalle pagine del blog di Davide Maggio sconsigliava all’imitatrice di intraprendere l’avventura di Striscia la Notizia: “la forza della Raffaele, come quella dei più bravi imitatori, risiede nell’ ‘effetto sorpresa’ degli interventi all’interno dei programmi ai quali prende parte. E’ impensabile  sostituire una conduzione con un’imitazione costante che copra tutta la durata del programma: rischia di scontarsi con una ripetitività che, alla lunga, svuoterebbe di contenuti le performance e porterebbe ad una sovraesposizione che potrebbe sconfinare nel rigetto del pubblico“.
Un po’ c’era da aspettarselo che questa nuova “Striscia la Notizia” fosse costruita ad hoc per suscitare nient’altro che curiosità, una scatola patinata e senza contenuto, fintamente nuova, forzatamente giovane. Fanno tristezza questi velini, con i loro stacchetti coreografati probabilmente da un ballerino sessantenne in pensione (se si muovevano non ce ne siamo accorti), riusciti nell’impresa di risultare ancor più ridicoli del fenomeno stesso che li ha generati: è vecchia la conduzione monocorde e stantia della bella Michelle Hunziker, con l’unico salvagente di un copione imparato a memoria che non può sopperire alla mancanza di un vero conduttore; fa quasi nostalgia lo studio a metà fra vecchio e nuovo corso, con una scenografia che ricorda i fasti delle veline a rotelle e fa rimpiangere che il cambiamento, prima o poi, arrivi per tutti.
Della prima puntata ricorderemo, come volevasi dimostrare, solo il finto backstage del matrimonio della finta Belen: qualche battuta veramente memorabile (già ieri tormentone sui social network), un’imitazione perfetta, la comicità che si concentra nei suoi tempi per colpire e affondare, la cornice perfetta della Raffaele.

E infatti vien da chiedersi… Virginia, chi te lo ha fatto fare?

Annunci

Commenta con Facebook, Twitter o Google+

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...