“La Sposa Madre” di Roxy in the Box incontra il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino

Roxy in The Box - La Sposa Madre

Roxy in the Box – La Sposa Madre
Museo Cappella Sansevero
Via F. De Sanctis, 19/21 – Napoli
In mostra fino a domenica 9 giugno

Testo drammaturgico di Massimo Andrei
Interprete: Antonella Romano
In collaborazione con Studio Trisorio

È uno storico incontro quello avvenuto ieri sera all’interno della Cappella Sansevero a Napoli per la chiusura della rassegna “MeravigliArti”. Per la prima volta un’opera d’arte contemporanea è stata esposta accanto al Cristo velato, capolavoro di Giuseppe Sanmartino; due mondi separati dal tempo in uno spiazzante dialogo dall’enorme portata emozionale.
La Sposa Madre, dell’artista e performer Roxy in the Box, è un’installazione video-luminosa attraverso la quale si racconta la tragedia delle morti sul lavoro. Dal testo critico di Anita Pepe: “Quale madre non vorrebbe tenere il figlio in una culla ovattata? E quale sposa non custodirebbe l’amato nel sigillo del proprio ventre? Eppure lui adesso è lì. Un corpo inerte. Chiodi e tenaglie accanto alle gambe spezzate. Attrezzi di lavoro. Ed è un lavoro sporco, quello dei carnefici di ieri. Un lavoro nero, questo dei carnefici di oggi. Nient’altro che questo. Costruire per distruggere: il male. Perché tra un Uomo deposto dalla croce e uno caduto da un’impalcatura non c’è differenza d’attrito emotivo. Nel suo sangue precipitano tutte le vite”.
La navata della Cappella Sansevero custodisce il Cristo velato come una madre il proprio figlio in grembo, ed è questo senso di protezione, di culla sospesa nel tempo, che Roxy in The Box ha saputo magistralmente ricreare nella sua opera. Ma è anche la bolla isolata e crudele di chi è paralizzato nel momento del lutto, il momento in cui la donna, sposa e madre, si chiede come sia possibile che si spezzi quel sacro legame con l’uomo.
Di fronte all’inedito incontro di cui gli spettatori sono testimoni, quello che più stupisce è proprio la connessione fra due universi così differenti eppure così complementari; l’opera di Roxy in the Box si unisce al Cristo velato con un cordone ombelicale di tulle bianco che delicatamente lo cinge, attutendo quasi il dolore. E di quel dolore ne sottolinea, con una sola potente immagine, la dignità.

Recensito.net

Annunci

5 pensieri su ““La Sposa Madre” di Roxy in the Box incontra il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino

Commenta con Facebook, Twitter o Google+

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...