“Viaggio sola”: la solitudine secondo Maria Sole Tognazzi

viaggio sola

L’esplorazione della solitudine presuppone il cammino su un terreno impervio e non privo di ostacoli; è stato detto e scritto tantissimo su questa condizione esistenziale tanto universale quanto potenzialmente devastante, e non è difficile cadere nell’errore di banalizzarla. È quello che succede nell’ultimo film di Maria Sole Tognazzi, “Viaggio Sola”, in cui una protagonista senza spessore viene schiacciata dal peso di una solitudine così impersonale e priva di tensione che al pubblico è da subito chiaro tutto ciò che la donna scoprirà nel suo viaggio all’interno del film.
Sul piano narrativo, infatti, la pellicola offre ben poco, e mal si sposa con i rari guizzi stilistici di regia, spesso vanificati dalle riprese degli alberghi di lusso in cui il film è ambientato, troppo vicine a quelle di uno spot pubblicitario. Margherita Buy, ormai legata (come tantissimi suoi colleghi italiani) ad un’unica tipologia di personaggio che impedisce di apprezzarne a pieno il talento, si libera finalmente dalle nevrosi che troppo spesso la caratterizzano  e affronta in modo godibile e naturale il ruolo di Irene, una single quarantenne sposata con il proprio lavoro di ispettore in alberghi di lusso.  Ma l’interpretazione della protagonista non è supportata da un film che, anzi, quasi la svilisce, rinchiudendola in una cornice tanto glamour quanto leggera. Si perdono nell’inconsistenza di una trama fragile come il cristallo anche le buone prestazioni di Stefano Accorsi e Alessia Barela, nei panni di un’improbabile coppia le cui azioni risultano immotivate e poco credibili.
Fatta eccezione per qualche dialogo indovinato, “Viaggio sola” soffre di troppe lacune, non raggiungendo nemmeno lontanamente l’intensità di “Passato prossimo”, unica autentica perla della breve carriera registica di Maria Sole Tognazzi.

Advertisements

Commenta con Facebook, Twitter o Google+

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...