L'acustica perfetta Daria Bignardi

“L’ACUSTICA PERFETTA”, IL ROMANZO DI FORMAZIONE AL MASCHILE DI DARIA BIGNARDI

L'acustica perfetta Daria Bignardi

Arno è un uomo felice, ma inconsapevole dei motivi della propria felicità. Sa di aver amato Sara in modo viscerale ed istintivo dal momento in cui l’ha vista per la prima volta, è soddisfatto della sua famiglia, del lavoro di violoncellista alla Scala. La sua vita sembra perfetta, ma non si è ancora chiesto su quali basi essa appoggi, quali siano le fondamenta del matrimonio intorno al quale ha costruito la sua esistenza. Fino al momento in cui Sara sparisce, lasciando soli marito e figli e abbandonando una vita di certezze per andare alla ricerca di qualcosa che sfugge alla sua famiglia e ai lettori.
“L’acustica perfetta” di Daria Bignardi sbatte in faccia la realtà al lettore: c’è un’intera generazione – quella che va dai trenta ai quarant’anni – che sogna di andare in analisi; una generazione capace di trasformare la vita in un enorme lettino su cui sdraiarsi e interrogarsi sulle cause dell’infelicità, sulle radici della depressione, sugli errori strutturali che determinano le crepe dell’anima. Formata da potenziali esseri superiori se solo riuscissero a tenere lo stesso atteggiamento nei momenti di felicità, ad interrogarsi su cosa li rende felici, a ritagliarsi un interstizio di riflessione dal quale guardare se stessi con soddisfazione.
Così, quella di Sara è una fuga a tinte gialle, senza respiro. Inaspettata perché nata dall’inconsapevolezza di chi la circonda, di chi pensava che andasse semplicemente tutto bene. Quella di Arno è una vera e propria ricerca, fatta di rompicapi da svelare e tasselli di una vita da ricomporre.
Daria Bignardi si cala magistralmente nei panni di un personaggio maschile che piace alle donne, che vorrebbero coccolarlo e redarguirlo, e strizza l’occhio agli uomini, che in Arno ritrovano nevrosi e linguaggio, sorprendentemente resi dalla penna di una scrittrice di fronte ad una sfida vinta pienamente. La storia di Arno e Sara è un cerchio perfetto, che si chiude in un finale intenso e carico di emotività, nel quale il lettore può perdersi per poi ritrovarsi. E riflettere, sull’imprevedibilità che può nascere dai momenti felici.

Recensito.net

Advertisements

Commenta con Facebook, Twitter o Google+

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...